Teatro: Aristofane, la politica attuale

Volete intraprendere la carriera politica? Ecco i requisiti secondo Aristofane: essere un maestro di corruzione e ancor prima di adulazione, urlare più d'ogni altro in assemblea, senza mai sfiorare la verità, arricchirsi ma far guadagnare anche i seguaci. E promettere, promettere, senza mai mantenere. Durissimo il commediografo greco con "I Cavalieri", commedia che non era mai stata rappresentata a Siracusa, andata in scena ieri sera al Teatro Greco. I cavalieri sono "fratelli di stipendi", sostengono e in cambio guadagnano, a spese del popolo. Aristofane nutre in quell'anno, il 424 a.C., un serio disprezzo per i governanti, ma non risparmia il popolo, "addormentato", "indifferente", e quindi colpevole. Il cast è tutto molto efficace, da Francesco Pannofino a Giovanni Esposito, ad Antonio Catania, il capo, campione di vanità e pederasta, che si lascia sedurre da un volgarissimo regalo, un. paio di scarpe dorate, con tacco. Si replica fino all' otto luglio.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Corriere di Ragusa
  2. NoveTV
  3. SiracusaOggi
  4. SiracusaOggi
  5. Nuovo Sud.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Ispica

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...